Cerca
  • Jisei Do Lissone

Lunedì 20 dicembre 2020

IL QI GONG


“Qi” (“Chi” o “Ki”) è il termine cinese che può essere tradotto con “energia vitale” ma può avere altri diversi significati come ad esempio respiro, emozioni, aspirazioni nella vita, attitudini. Secondo la medicina cinese il “Qi” è la forza che scorre in tutti gli esseri viventi. Una persona sana ne possiede di più di una malata ma la differenza sostanziale è che nel primo caso esso è limpido e scorre liberamente mentre nel secondo è torbido e stagnante.


Il “Qi” è l’energia che governa la natura e l’intero cosmo. Ce ne rendiamo conto quando ci fermiamo ad osservare ammirati i colori di un tramonto, la distesa di un oceano o la bellezza dei fiori, degli animali. È in quel momento che ne percepiamo “l’energia” e avvertiamo il legame tra noi ed essi.


“Gong” significa invece “lavoro” che altro non è se non il risultato ottenuto attraverso una pratica costante e consapevole. Possiamo pertanto asserire che Qi Gong significa lavorare con l’energia vitale, imparare a riconoscerla per poterne poi regolare il fluire nel nostro corpo e per migliorare la nostra salute psicofisica.


Il Qi Gong è un sistema di esercizi per il benessere oltre che di tecniche meditative attraverso il quale riusciamo ad immagazzinare e accumulare energia pulita eliminando contemporaneamente quella sporca e le scorie prodotte da uno stile di vita squilibrato. La corretta respirazione ne è il pilastro portante.


Il Qi Gong viene definito una “pratica” in quanto, contrariamente a qualsiasi medicina, non viene prescritto per curare una specifica patologia in un periodo più o meno limitato, al contrario, per poter dare frutti deve essere praticato con costanza tutti i giorni.


Tutti possono praticarlo. Ci sono tecniche adatte ad ogni età e a ogni condizione fisica; alcune si praticano in piedi, altre da seduti e altre ancora da sdraiati. Sono sufficienti 30 minuti al giorno, preferibilmente la mattina. Non serve investire denaro, basta ritagliarsi un angolo della propria casa (meglio se sempre lo stesso) e tornare a volersi bene. Cosa c’è di più semplice?


In oriente questa pratica è una prassi consolidata e diffusa e viene riconosciuta come un importante metodo per prevenire le malattie e migliorare la salute. Insieme con l’agopuntura e l’uso delle erbe medicinali viene consigliata per mantenersi in salute o come supporto ad altre terapie mediche necessarie.


Un corpo in salute crea salute per la mente e viceversa. Una buona condizione fisica fornisce la forza e l’energia necessaria per le arti marziali, o per qualsiasi altro sport, può prevenire gli infortuni o ridurre la loro gravità. L’allenamento per le arti marziali insegna una buona postura, una corretta respirazione ed una maggiore sensibilità per il proprio corpo, e tutto questo migliora la salute. Una mente calma e lucida ed un corpo sano e forte creano sicurezza, autocontrollo e sono la base per un comportamento più corretto.




2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti