Cerca
  • Jisei Do Lissone

Lunedì 07 febbraio 2021

MENTE E QI "Usare l'intenzione, non la forza" C'è un termine "Yi", che ricorre spesso nella pratica delle arti marziali e in quelle di lunga vita. Questa parola può essere tradotta con "intenzione, volontà, concentrazione, attenzione".

Essendo le posizioni del Qi gong rilassate ed equilibrate, la forza muscolare richiesta è minima. Non forzate. Applicando questo principio agli esercizi di Qi gong, se risulta difficile eseguire un movimento, accennatelo solamente, o immaginatevelo: è stato dimostrato scientificamente che immaginare un'azione stimola gli stessi neuroni che eseguirla realmente. L'intenzione prepara i percorsi neuronali, che risultano così pronti quando si tratta di eseguire l'azione nella realtà.

Nel Qi gong si dice: " Dove arriva il pensiero (VI), arriva il Qi". Qui si intende il pensiero focalizzato, la volontà: ovvero quanto più riuscirete ad aumentare il livello della vostra concentrazione, tanto più sarete in grado di accumulare e controllare il Qi. Non avrete mai alcun risultato dal Qi gong se lo praticate guardando la tv o mentre ascoltate musica. Il Qi gong è inefficace senza attenzione e consapevolezza. Tutte le tecniche sono state concepite per rafforzare e affinare la forza di volontà: alla fine le tecniche potranno essere tralasciate e l'energia potrà essere guidata soltanto attraverso la concentrazione. (La meditazione Zen zazen - è la sublimazione di questo principio, mia nota).

Nel Taiji Quan e nelle altre tecniche di Qi gong (respirazione, esercizi, meditazione..), ogni parte del corpo tende al suo punto più basso nel campo gravitazionale, come l'acqua scorre verso il basso. Le spalle devono scendere e allo stesso modo deve scendere l'addome. Lasciate che l'addome sporga - non bisogna fingere una pancia piatta nel Qi gong.

Quando si è in piedi, le ginocchia sono leggermente piegate ed il peso del corpo scende attraverso i piedi nel pavimento. Da seduti, il corpo è sostenuto dalla sedia, ed i piedi sono radicati nel terreno. Anche il respiro scende profondo nel corpo. Questo tipo di respirazione massaggia e stimola il dan tian che con il tempo accumula una riserva sempre maggiore di Qi. Il praticante prova allora un senso di calore, di pienezza, di forza interiore; dapprima soltanto durante l'esecuzione delle tecniche, in seguito per tutta la durata del giorno.

La sola intenzione di far scendere l'energia nell'addome, di abbassare il Qi, aumenta la stabilità e l'equilibrio e facilita una respirazione corretta.

Nel Qi gong dinamico, che si distingue da quello più "interno" in cui viene mantenuta una sola posizione, dovete cercare di osservare i principi posturali mentre state eseguendo i movimenti: ciò genera una sensazione di calma interiore, di meditazione in movimento. La postura del Qi gong racchiude in sé la dinamicità: dall'equilibrio vi sentirete capaci di muovervi in qualsiasi direzione in qualunque momento.

Nella vita di ogni giorno, la postura del Qi gong aiuta a muoversi con grazia, leggerezza e dignità. Ci saranno meno possibilità di essere abbattuti dalle battaglie della vita e si è nelle condizioni migliori per reagire allo stress.

Un detto Taoista dice: "Se un bambino o un ubriaco cadono da un carro, le loro ossa non si rompono". Questo accade perché essi sono l'esempio perfetto di "Song", il tipo di rilassamento prescritto dal Qi gong: cadendo il loro corpo si adatta al terreno, non offrendo così nessun punto di rottura. Il Qi gong insegna una forma di rilassamento unica e molto efficace. Quando il corpo è ricco di Qi, è come il ramo di un albero in cui scorre vigorosa la linfa; può piegarsi e assecondare il soffio del vento, ma non si schianta, non si distacca dalla radice. Al contrario, un ramo duro e rigido viene spezzato facilmente.


Lao Zi dice:" Concentrate il Qi e otterrete grande elasticità. L'elasticità è l'essenza della vita".


La postura tipica del Qi gong è l'opposto di quella militare. La postura militare è con la pancia in dentro, petto in fuori, gambe diritte; invece quella del Qi gong prevede il petto rilassato, che scende, la pancia in fuori (Qi basso), e le gambe piegate! La postura militare è studiata per eliminare qualsiasi forma di autonomia ed indipendenza, perché i soldati devono soltanto eseguire gli ordini.


Quando ritraiamo in dentro l'addome, è praticamente impossibile percepire il nostro peso che affonda nel terreno attraverso i piedi. Il soldato perde così il contatto con l'inconscio - il terreno, la base della mente - e con i sentimenti profondi. In teoria, non esiterà ad eseguire qualsiasi ordine. La postura del Qi gong è stata pensata per lo sviluppo della personalità, per rendere l'uomo forte dentro, capace di rispondere ed agire velocemente in piena autonomia.


C'è un semplice esercizio che vi permetterà di cogliere meglio la differenza tra la postura militare e quella del Qi gong. Mettetevi davanti a un compagno, nella postura del Qi gong; chiedetegli ora di spingervi sul petto, finché non cominciate a perdere l'equilibrio. Tutti e due cercate di memorizzare quanta forza c'era nella spinta. Ora fate la stessa cosa adottando però la postura militare: quanta forza ci vuole adesso per farvi perdere l'equilibrio? Probabilmente un decimo, rispetto a quando eravate nella posizione del Qi gong. Nella postura militare si perde facilmente l'equilibrio, quando si è sottoposti ad una pressione esterna: ovvero si è più facilmente controllati da una volontà esterna.


Riassumendo, mentre praticate il Qi gong, tenete a mente questi punti: tutto il corpo deve essere rilassato, e in particolare le articolazioni; il collo è rilassato e la testa si appoggia delicatamente sulla colonna vertebrale; anche la bocca resta rilassata, e la lingua tocca il palato superiore. Lasciate cadere spalle e gomiti; la schiena è rilassata ma ben distesa, centrata e stabile. Massimizzate il contatto tra pianta dei piedi e pavimento, sentendo che il peso si scarica attraverso i piedi. Rilassate lo sterno, la colonna vertebrale è allungata; le anche sono libere. Non forzate!

Consapevolezza su ciò che state facendo!


L'addome è rilassato, sentite la respirazione che scende in esso e lo riempie.


Applicando questi principi posturali, tutto il corpo potrà essere permeato dall'energia vitale, il Qi.



3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti