Cerca
  • Jisei Do Lissone

Lunedì 24 gennaio 2022

LA POSTURA DELLA POTENZA - DALLA BUONA POSTURA VIENE IL QI


Nella quiete sii come il pino. Nel movimento sii come acqua e nuvole.


Una postura corretta migliora il rilassamento e l'equilibrio e determina le condizioni ottimali per una respirazione corretta ed un flusso energetico più intenso. Dobbiamo regolare il corpo prima di poterci concentrare su concetti più interni, più sottili, come coordinare il respiro. Il corpo è il contenitore e il contenitore deve essere adeguato al contenuto (il Qi che deve scorrere liberamente).


I principi base della postura del Qi gong sono semplici. La spina dorsale dovrebbe sentirsi allungata ed aperta, con le spalle rilassate, né spinte in avanti, né tirate indietro. I gomiti, le ginocchia e le dita sono tutte leggermente piegate, mai rigidi né completamente distesi.

I piedi, in generale, sono sempre appoggiati con tutta la pianta sul pavimento. Il petto è rilassato ed aperto. L'addome e il plesso solare sono liberi da tensioni e permettono alla respirazione di diventare lenta, quieta, profonda. Il corpo intero è attento, rilassato, vibrante di vita.


Posizione di base

Corretto allineamento dello scheletro, che comporta una statica economica e un regolare utilizzo della colonna vertebrale in armonia con la fona di gravità. Senza questa base non c'é vero progresso, vera crescita. Gli elementi più importanti di quest'allineamento sono:


a) Distendere la nuca in modo che la testa sia in equilibrio senza tensione, come sospesa. b) Rilassare le spalle.

c) Equilibrio senza ipertensione del bacino sulle teste femorali.

d) Ginocchia rilassate in dinamica tensione elastica.

e) Peso armonicamente distribuito nei piedi.

f) Il libero gioco del ventre in armonia con il movimento del diaframma.

g) Il rilassamento dello sterno per permettere alle costole di prolungare l'azione del diaframma e dell'addome, cosi da vuotare il petto e riempire posteriormente i reni.


Tutti i vari elementi posturali sono combinati nella cosiddetta "posizione del Qi gong" e tutte le tecniche prendono forza partendo dai principi di questa postura. Come in una composizione musicale, la posizione è il tema ed i movimenti che da essa dipartono sono le variazioni sul tema. Negli esercizi di Qi gong, questa posizione viene inoltre recuperata nei momenti di transizione tra una tecnica e un'altra. Questa posizione può essere anche mantenuta a lungo e diviene un modo efficace per accrescere il flusso e la quantità di Qi. È considerata una vera e propria tecnica di Qi gong. È anzi il Qi gong più sottile, perché può essere praticato in segreto ovunque e in ogni momento. Potete tenere questa posizione, ad esempio, mentre fate la coda al cinema per prendere i biglietti, o mentre aspettate l'autobus: approfittate così dell'attesa per ripassare i principi di una postura corretta. Per praticare vestitevi con abbigliamento comodo e scarpe piatte, o restate scalzi se il pavimento ha una temperatura gradevole. Se portate occhiali ma non ne avete bisogno per seguire le lezioni, toglieteveli. Toglietevi anche anelli e la gioielleria in generale, visto che può interferire con la circolazione del Qi. Se avete difficoltà a mantenere la posizione erette, sedetevi. Usate una sedia con lo schienale verticale e non appoggiatevi il dorso; evitate sedie con troppe imbottiture, in cui affondereste troppo e che impedirebbero il mantenimento di una postura corretta. Non incrociate le gambe e appoggiate i piedi completamente sul terreno ad una distanza pari alla larghezza delle spalle. Le mani appoggiano senza tensioni sulle cosce.


Rilassamento


Il rilassamento è il primo ed il più importante principio del Qi gong. Dobbiamo riuscire a rilassare completamente le articolazioni. Un'articolazione è un insieme di strutture - ossee, tendinee, muscolari - che permette il movimento tra due segmenti rigidi del corpo. Se le articolazioni sono tese, i movimenti risultano impediti. Nel Qi gong le articolazioni sono considerate delle porte che permettono il passaggio del Qi. È importante mantenere queste porte aperte, rilassando in modo cosciente tutte le articolazioni.


Lasciate liberi gomiti e ginocchia; mantenete morbidi i polsi; lasciate andare tutte le tensioni presenti nelle spalle, nelle dita, nel bacino, nelle caviglie e nelle dita dei piedi. Visualizzate ciascuna vertebra, pensate che sia mobile e snodata; pensate che la vostra spina dorsale sia mobile come una corda, capace di qualsiasi movimento.


Le ginocchia sono particolarmente difficili da rilassare, stando in posizione eretta. Condizione necessaria ma non sufficiente per avere ginocchia rilassate, è che siano leggermente piegate. Delle ginocchia rilassate permettono alle vertebre della spina dorsale di comprimersi e rilassarsi, di aprirsi e chiudersi, e lasciano una maggiore mobilità alla regione pelvica. Se le ginocchia sono morbide, è più facile che anche le altre articolazioni del corpo siano morbide ed elastiche.


Rilassare ed aprire le articolazioni aiuta il Qi a scorrere libero e rende i movimenti fluidi ed aggraziati, qualità tipiche di atleti e ballerini professionisti. Non è necessario essere atleti o ballerini per emanare bellezza nei movimenti: la chiave sta nel seguire correttamente i principi della postura e del movimento.




4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti